Adel Chehade - Mariapoli Celeste_i focolarini

Mariapoli Celeste - i focolarini
Vai ai contenuti

Adel Chehade

2008

Adel Chehade

Los Angeles

12 febbraio 1927 - 1 dicembre 2008


Chi mi ama osserva i miei comandamenti (Gv 14,15)



Rocca di Papa, 4 dicembre 2008


Carissimi e carissime,

lunedì sera, 1 dicembre, Adel Chehade, un nostro carissimo focolarino sposato della zona di Los Angeles, della Chiesa copta ortodossa, ha raggiunto la Mariapoli Celeste improvvisamente, per un arresto cardiaco, all'età di 54 anni.

Nato in Etiopia da genitori egiziani, è cresciuto e vissuto in Libano da quando aveva 5 anni. Ha conosciuto l'Ideale nell'estate del 1975 in una Mariapoli durante la guerra civile in Libano, diventando subito un gen e dando a piene mani l'Ideale ai fratelli e agli amici dell'università, inclusa quella che sarebbe diventata più tardi sua moglie. Sposatosi nel 1979 con Marlene, volontaria, è stato costretto ad immigrare con lei e la loro prima figlia negli Stati Uniti nell'aprile del 1984, perché a causa della guerra, era perseguitato e aveva rischiato più volte la vita in quanto membro della Croce Rossa.

É entrato in focolare nel 1985. Adel era veramente "innamorato" della spiritualità dell'unità e della sua vocazione, che viveva con la purezza, radicalità e semplicità del bambino evangelico.

Con la moglie Marlene, ed i due figli, Maya e John Paul, hanno dato una vera testimonianza di Gesù in mezzo in famiglia. Il suo amore paterno e fraterno con il quale ha sempre accolto nel suo cuore i focolarini, specialmente i più giovani, portava un contributo costante e vitale alla presenza di Gesù in focolare a Los Angeles. Da alcuni anni era incaricato di zona per i focolarini sposati, svolgendo questo compito con grande amore e donandosi senza misura.

Scriveva a Chiara nel 1995, dopo aver fatto le promesse perpetue alla Mariapoli Luminosa: "… ero commosso dall'amore di tutti e mi sono sentito parte di una famiglia grande, grande…, la tua famiglia…; sono veramente orgoglioso di essere un tuo popo…".

Chiara gli aveva dato come Parola di vita: "Chi mi ama osserva i miei comandamenti" (Gv 14,15) e il nome nuovo: "Luis" (Lui solo: Gesù Abbandonato). Vivendoli in pienezza, Adel ha portato a termine il disegno d'amore che Dio aveva su di lui!

Doniamo al Cielo questo stupendo figlio di Chiara e offriamo per lui suffragi, certi che egli intercede per la sua famiglia e per l'Opera intera.

Nel Risorto,

Emmaus

Torna ai contenuti