Larry Catipon Sr. - Mariapoli Celeste_i focolarini

Mariapoli Celeste - i focolarini
Vai ai contenuti

Larry Catipon Sr.

2014


Larry Catipon Sr.

18 agosto 1930 - Los Angeles, 5 ottobre 2014

Allora Gesù, fissatolo, lo amò (Mc 10,21)

Rocca di Papa, 15 ottobre 2014

Carissimi e carissime,

Larry Catipon
, focolarino sposato di Los Angeles, ha raggiunto la Mariapoli Celeste il 5 ottobre scorso, all'età di 84 anni.

E’ stato uno dei primi a conoscere l’Ideale nelle Filippine, dandone una grande testimonianza. Trasferitosi negli Stati Uniti, ha continuato il suo cammino verso la santità.

Ho potuto seguire Larry nell’ultimo periodo della sua malattia, vissuta da vero popo di Chiara che ha offerto tutto per l’Assemblea.

Ora pensiamo Larry accolto in Cielo dalla Madonna che tanto amava e ci uniamo alle preghiere dei suoi cari.

Allego il profilo che è stato letto al suo funerale.

Nel Risorto,

Emmaus


PROFILO DI LARRY CATIPON

Nato nelle Filippine nel 1930, Larry era il secondo di otto figli. Laureatosi in legge a Manila, ha lavorato presso il Registro Civile della città per sostenere l'istruzione dei suoi fratelli. Nel 1957 ha sposato Bibiana, ora anche lei in Cielo, e hanno avuto 7 bellissimi figli, 5 ragazzi e 2 ragazze.

Seguono anni frenetici di attività e di lavoro e nel diario di quel periodo Larry annota: "Pur avendo una bella famiglia, un buon lavoro e un reddito stabile, alla fine mi rendo conto di essere vuoto".
Per colmare questo vuoto Larry comincia a frequentare varie organizzazioni cattoliche. E nel giugno del 1964, incontrando padre Tashner, SVD, conosce l’Ideale. Avendo
ritrovato il senso della vita, Larry cerca di infondere nei suoi figli i valori del dono di sé e dell’unità. Inoltre il suo incontro personale con l'amore di Dio lo spinge a diffondere questa nuova vita in varie città delle Filippine, condividendo tante esperienze di Vangelo nell’ambiente di lavoro e in famiglia e nascono così molte vocazioni all’Opera e alla Chiesa.

A livello professionale, Larry mette la sua competenza di avvocato al servizio dei poveri che vengono da lui per un aiuto legale, vedendo Gesù in ognuno.

E' stata questa fede nell'amore di Dio che lo ha sostenuto quando, nel 1981, ha dovuto spostarsi con tutta la sua famiglia negli Stati Uniti per assicurare loro una vita più serena, lontano dalle ostilità createsi per le sue prese di posizione contro la corruzione nel posto di lavoro. Deve così lasciare la carriera per diventare un semplice contabile e, attraverso il suo nuovo lavoro di commissario comunale, può servire concretamente innumerevoli cittadini.

Tutta la famiglia si è subito immersa nella vita dell’Opera nella nuova patria. Larry, colpito da un discorso di Chiara durante una sua visita alla Mariapoli Luminosa nel 1986, le scrive la sua storia. E Chiara gli risponde dando a lui e ai suoi una Parola di Vita: "Amatevi intensamente, di vero cuore, gli uni gli altri”
(1 Pietro 1:22). In questa atmosfera di amore, molti dei figli scoprono la chiamata a seguire Dio come focolarini (Chiara Luce e Paul), focolarini sposati e volontari ed anche molti nipoti vivono la vita gen.

Desideroso di saggezza e di luce, il suo amore paterno e fraterno ha contributo in modo costante a mantenere la presenza spirituale di Gesù in focolare. Aveva la solidità di un maestoso albero di quercia. Un popo lo descrive: "Quando penso a Larry penso alla sua natura gioiosa. Era una persona allegra e irradiava la gioia a tutti intorno a lui ".

Larry ha ricevuto un nuovo nome da Chiara, "Amato", e una nuova Parola di Vita personale, "Allora Gesù, fissatolo, lo amò” (Marco 10:21)

Il rapporto con Chiara resta costante, ecco alcuni stralci di sue lettere a lei.

Nel ’77 dopo aver ascoltato i temi sull’Eucarestia esclama: “Rimango senza parole al pensiero che posso trasformarmi in Dio, ricevendo l’Eucarestia degnamente
”. E nell’80: “Le tue parole sono veramente sapienza di Dio e mostrano il tuo ardente desiderio di portarci tutti sulla vetta della santità. In questi giorni offrirò ogni piccolo Gesù Abbandonato per il successo del Sinodo dei Vescovi a Roma. So quanto è importante per tutti noi dell’Opera lavorare per
l’unità della famiglia
”.

Durante una scuola per focolarini sposati nel 1995, Larry si riconsacra a Gesù Abbandonato e dichiara, "Voglio dare tutto me stesso a Dio, in unità con Chiara, con l'Opera di Maria e con il mio focolare. Prego Dio di poter rimanere fedele a questa promessa per il resto della mia vita qui sulla terra
”. E così è stato.

Gli ultimi avvenimenti per i quali ha offerto sono stati: la nostra Assemblea generale, Loppianolab, le nuove generazioni e il Sinodo dei Vescovi sulla Famiglia.

Siamo grati a Dio per la sua vita e per la grande testimonianza che ci lascia.


Torna ai contenuti