Nett Legarda - Mariapoli Celeste_i focolarini

Mariapoli Celeste - i focolarini
Vai ai contenuti

Nett Legarda

2013


Nett (Agustin) Legarda

28 maggio 1950 - Wellington, 29 settembre 2013

Vado a prepararvi un posto    (Gv 14,2)

Rocca di Papa, 30 settembre 2013


Carissimi e carissime,

ieri Nett, Augustine Legarda, del focolare della Nuova Zelanda, è partito serenamente per il Paradiso circondato dall’amore dei popi di Wellington e di Melbourne.

Nato a Manila nel 1950, è stato tra i primi gen delle Filippine a conoscere il Movimento nel ‘70 mentre frequentava la scuola dove Silvio Daneo lavorava come insegnante. Folgorato dall’Ideale, presto è andato a Loppiano per approfondire l’esperienza gen e la nostra spiritualità. In questo periodo, avvertendo la chiamata, si è donato a Dio come focolarino.

Conclusa la Scuola di formazione a Loppiano, è ritornato a Manila; e nel ‘74, con Aloizio dos Santos, Pippo Poidimani e Brian Linard ha dato inizio al focolare di Melbourne. Nel 2002 Nett ha lasciato l’Australia per andare in Nuova Zelanda a costituire il focolare di Wellington.

In tutti questi anni ha lavorato come insegnante in una scuola media, conquistandosi gli studenti e i colleghi di lavoro. Il suo inculturarsi nasceva dal più profondo, come lui stesso diceva in una lettera a Chiara del dicembre ’82: “Ora vedo la mia vita futura nella speranza di vivere a servizio di tutte le persone che mi passano accanto, senza voler niente, solo perché tutti siano uno”.

Dalla sua corrispondenza traspare il rapporto intenso che aveva con Chiara fin dall’inizio. Le scriveva già nel ‘72: “Ho una sete tremenda di avere l’unità con te, sento che solo questo è importante. Mi sono reso conto che è in Gesù Abbandonato che la trovo. Quindi questa unità è in Dio, perché Gesù era più unito al Padre sulla croce”. E in un’altra lettera dello stesso anno: “Vorrei dirti che oggi l’anima è piena di Dio. Gesù è tutto e voglio ripetere con te nella mia misura quell’amore che hai per Lui e fare tutta la strada che tu hai fatto verso il Padre”.

Nel febbraio del ’75 le confidava: “Ho capito che devo attingere alla vita della Santissima Trinità per realizzare anche qui il Regno di Dio. Sento che devo rinnovare ogni giorno ‘il Patto’ affinché sia sempre viva in me questa realtà nel vivere le circostanze di ogni giorno. Mi sembra di capire la grandezza del tuo carisma a cui Maria mi ha chiamato per viverlo e realizzarlo con te sulla terra”.

Dalla scuola dei consiglieri dell’Arancio nell’agosto 2001 scriveva a Chiara: “Nel contemplare l’Opera che si diffonde nella Chiesa e dappertutto nel mondo mi fido soltanto dello Spirito Santo, nell’essere dentro l’Anima con te. Mi sembra che solo così posso vivere con radicalità la Nuova Evangelizzazione”.

Quando si è sparsa la notizia della sua malattia, molti hanno scritto impressioni commoventi, frutto dell’amore che Nett aveva seminato nel cuore di tante persone dall’inizio del Movimento in Australia fino agli ultimi giorni a Wellington. E’ stato un padre e una madre spirituale per molti, credendo in tutti e incoraggiandoli in quello che facevano. Ognuno trovava in lui un amico che amava col cuore. Durante il periodo della malattia aveva una dolcezza e gentilezza impressionanti, non si lamentava mai, era sempre sereno e dignitoso.

Prima della mia partenza per Amman, rispondendo ad un mio messaggio, mi ha scritto: “Sono molto grato del tuo amore immenso. Nonostante tutto credo nell’amore di Dio. Offro tutte queste sofferenze per il tuo viaggio in Giordania, per il dialogo interreligioso e per lo sviluppo dell’Opera in Medio Oriente. Dico il mio ‘Sì’ incondizionato a tutto quello che Dio mi chiede in questi momenti di grazia.

Chiara gli aveva dato la Parola di Vita: “Vado a prepararvi un posto” (Gv14, 2), posto che Nett ha conquistato vivendo in pienezza l’Ideale e che ora potrà occupare in Paradiso.

Offriamo suffragi per lui e chiediamogli di aiutarci dal Cielo a testimoniare e generare ovunque l’amore reciproco.

Emmaus


 Apri il telegramma in pdf


Vai al video (foto ed esperienza Nett) durata 10'43"  
              pw: popimondo1

Torna ai contenuti