Pierre Llambi - Mariapoli Celeste_i focolarini

Mariapoli Celeste - i focolarini
Vai ai contenuti

Pierre Llambi

2013


Pierre Llambi

28 settembre 1954 - Francia, 20 novembre 2013

...e quelli con Lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli. (Ap 17,14)

Rocca di Papa, 29 novembre 2013


Carissimi e carissime,

Pierre Llambi,
focolarino sposato della Francia, è partito per la Mariapoli Celeste il 20 novembre scorso, all’età di 59 anni. Le circostanze della sua morte sono particolarmente dolorose per sua moglie Odile, pure focolarina, per i loro cinque figli e per noi tutti dell’Opera.

Da alcuni anni non stava bene e attraversava periodi molto difficili, con momenti di fortissima angoscia. In uno di questi ha attentato alla sua vita ed è stato ritrovato da una squadra del pronto soccorso, a 15 chilometri dalla Mariapoli permanente di Arny, vicino a Parigi.
Trasportato in ospedale, è morto dopo poche ore.

Pierre ha conosciuto l’Ideale nel 1975 da un cappellano, mentre faceva il servizio militare, e lo ha poi fatto conoscere anche a Odile. Uomo discreto e di poche parole, onesto davanti a Dio, ha esercitato la sua professione nell’organismo nazionale per la salvaguardia delle foreste. Andato da poco in pensione, con Odile avevano deciso di provare a stare un periodo nella Mariapoli permanente della Francia e vi erano arrivati da settembre. Pierre sapeva fare tanti lavori manuali ed è stato proprio una provvidenza per i membri dell’Opera del posto e per gli amici di passaggio.

In focolare, specialmente a Lione, tutti lo ricordano come una persona attiva nella vita di unità. Assetato di verità, non esitava ad esprimere un parere diverso se constatava delle incoerenze, ma lo faceva sempre in modo costruttivo e con umiltà. Vicino alle persone sole o in difficoltà, sapeva trovare le parole ed i gesti per fare sentire la sua presenza fraterna e il suo cuore bruciava per i “feriti della vita”. Come testimoniano tanti, era un modello di ascolto e di amore concreto.

Molti sono stati colpiti dall’amore tra Odile e Pierre. Quante famiglie e giovani coppie hanno espresso gratitudine verso di loro! Per anni hanno avuto la responsabilità di Famiglie Nuove nel sud della Francia. Anna ed Alberto Friso, responsabili centrali di Famiglie Nuove, che l’hanno conosciuto bene, dicono: “Per noi, sarà sempre un testimone di un amore delicato e forte, una persona che non si risparmiava mai, che pensava agli altri e che sapeva comprendere tutti”.

Nel 1987, durante la scuola dei focolarini sposati scriveva a Chiara: “Tutto mi è apparso nuovo, splendido. La presenza di Gesù in mezzo mi sembra un prezioso regalo che Gesù ci dà per giungere all'unità nella nostra famiglia e nel focolare
”.

In questi ultimi giorni, Odile e i loro figli, pur soffrendo molto, stanno facendo anche l’esperienza di una nuova pace. “Attraverso i tanti messaggi e le testimonianze che mi arrivano – scrive Odile - sento l'amore di tutta la famiglia dell'Opera per me e ciò è enorme”.

Rispettando il mistero della sua partenza e uniti nell'amore a Gesù Abbandonato, preghiamo per Pierre e chiediamo a Dio, che conosce il profondo del suo cuore, di accoglierlo nel Regno dell'Amore infinito.

Affidiamo a Maria, Madre dell'Opera, anche Odile e tutta la sua famiglia.

Emmaus

Torna ai contenuti